Bronzo per la Croazia, Salute per il Marocco

Bronzo per la Croazia, Salute per il Marocco

concorrenza spareggio 3° posto che ha riunito i due paesi del cavallo oscuro ai Mondiali del 2022 è terminato. La partita di ieri sera è stata entusiasmante dal momento che l'arbitro ha fischiato l'inizio della partita che si è disputata al Khalifa International Stadium.

La partita che ha unito Croazia e Marocco si era già disputata, esattamente 24 giorni fa quando le due nazioni si sono affrontate nella fase a gironi. A quel tempo, la partita è stata feroce e si è conclusa con una ventina di bicchieri. È stata una sorpresa quando non molte persone hanno previsto che questi due paesi si sarebbero incontrati di nuovo, soprattutto nella partita per il terzo posto.

Continua a leggere...

Revisione concorrenza

All'inizio della partita entrambe le squadre si sono attaccate a vicenda. Il primo gol è caduto dalla testa del potenziale giovane difensore Gvardiol al 7 'dopo aver ricevuto di testa un dolce cross di Perisic, Gvardiol ha poi colpito di testa al volo e ha trovato il gol di Bounou.

Non volendo essere lasciato indietro, il Marocco ha subito dato gas dopo il gol. È stato dimostrato che due minuti dopo il gol di Gvardiol, la squadra di Walid Regradui è riuscita a pareggiare con Achraf Dari. A partire dalla punizione di Ziyech che poi ha colpito di testa Modric ma il pallone è caduto sulla testa di Archaf. È riuscito facilmente a sfondare la porta di Livakovic.

Bronzo per la Croazia, Salute per il Marocco
Gvardiol festeggia il suo gol | Fonte: Fifa

Tuttavia, tre minuti prima della fine dei tempi regolamentari del primo tempo, la Croazia è riuscita a raddoppiare il proprio vantaggio. Questa volta è arrivato dai piedi di Mislav Orsic. Partendo dall'esca di Kovacic, Orsic, che si trovava sulla fascia sinistra, ha poi eseguito un bel tiro curvo che è piovuto nell'angolino alto della porta di Bounou. Il 2-1 per la Croazia è durato fino alla fine del primo tempo.

Fino alla fine della partita in 90 minuti, non ci sono stati gol aggiuntivi per i due paesi, anche se si sono attaccati a vicenda, la tenacia della difesa e dei portieri dei due paesi potrebbero vanificare tutti gli attacchi in arrivo. Con questo risultato è stata la Croazia a salire sul terzo gradino del podio.

Momenti importanti

Gvardiol che è venuto a Coppa del Mondo con l'etichetta di uno dei migliori difensori del momento. Per Gvardiol, è diventato il giocatore più giovane a segnare in un mondiale con la Croazia a 20 anni e 328 giorni.

Dopo alcune partite ha giocato bene, una delle quali è stata quando ha parato a metà il tiro di Lukaku con il suo contrasto fase a gironi contro il Belgio. Ma ieri è diventato il bersaglio di Messi in semifinale.

Tuttavia, è riuscito a mettersi alla prova e convincere tutti di essere uno dei migliori difensori del Mondiale 2022 segnando nella partita di ieri sera. Potrebbe essere venuto in Qatar con la sua maschera protettiva, ma è tornato con un nome e un volto che la maggior parte delle persone conosce.

A parte questo, ci sono alcune note interessanti dal girone di gara per il terzo posto. Nelle ultime 11 edizioni della coppa del mondo, il terzo posto sul podio è il paese del continente europeo. L'ultima volta che un extraeuropeo è stato nel 1978, quando il Brasile è arrivato terzo sul podio.

Bronzo per la Croazia, Salute per il Marocco
Fonte: Fifa

Record anche per il Marocco che è un Paese non europeo e non sudamericano che occupa il quarto podio in coppa del mondo dopo che prima c'era la Corea del Sud nel 2002.

Per i giocatori, ci sono alcune note interessanti. Bilal El Khannouss, il giocatore marocchino ha fatto il suo debutto con il suo paese ieri sera, il giocatore di 18 anni è diventato il giocatore più giovane del Marocco. È interessante notare che aveva appena fatto il suo debutto professionale 7 mesi prima, con il suo club Genk.

Inoltre, l'assist che Perisic ha fornito a Gvardiol lo ha reso protagonista di 11 gol (6 gol, 5 assist) in tre edizioni del Mondiale. Ha perso solo contro Messi con 16 gol coinvolti per l'Argentina.

Non un palcoscenico di intrattenimento

Per molte persone, la partita di ieri sera non è stata una lotta interessante. Come no, sono il paese che ha perso in semifinale. È come una partita disputata per rallegrare una squadra che non è riuscita ad avanzare in finale.

C'è anche chi dice che la partita per il terzo posto sia un palcoscenico per giocatori a cui mancano i minuti da giocare in questo torneo per giocare come giovani debuttanti.

Quanto sopra è vero, ma per alcune persone questa partita è molto importante, figuriamoci riunire due paesi che sono marchiati come cavalli oscuri in questo torneo.

Perché qualunque sia il risultato, per loro è diventato qualcosa di cui essere molto orgogliosi. Per la Croazia, ad esempio, è riuscita finalmente a conquistare il terzo posto per la seconda volta dopo averlo fatto per la prima volta ai Mondiali del 1998. Almeno sono tornati in patria con risultati buoni e orgogliosi.

Quanto a Marocco, il loro successo nell'avanzare alle semifinali è stato sufficiente per loro e per i loro cittadini, soprattutto perché sono avanzati dopo essersi sbarazzati di diversi paesi top.

Anche Walid Regradui ha affermato che il loro prossimo obiettivo era vincere la Coppa d'Africa 2023. Vedendo i loro attuali risultati ai Mondiali del 2022, non è impossibile che il Marocco sia un candidato campione alla prossima Coppa d'Africa.

Bronzo per la Croazia, Salute per il Marocco
Fonte: Fifa

***

Questa storia croata e marocchina diventerà una storia interessante in futuro. Com'è possibile che questo stato frazionario jugoslavo sia riuscito ad avanzare semifinale due volte di fila ai mondiali. Per quanto riguarda il Marocco, si può dire che sia il paese di maggior successo nelle pianure dell'Africa in Coppa del Mondo.

Ci vediamo Croazia e Marocco, ovviamente ci mancherà una squadra di cavalli oscuri come te nella prossima Coppa del Mondo. Almeno grazie per aver fornito intrattenimento molto interessante per noi amanti del calcio.

Addio!

Related posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *