Affascinante bonito joga brasiliano

Affascinante bonito joga brasiliano

Il gol in rovesciata di Richarlison contro la Serbia nella partita della fase a gironi della Coppa del Mondo 2022 e il festeggiamento con i suoi compagni di squadra ballando insieme lo ricordano La Seleção ricominciare in modo da non abbandonare la propria identità, ad es Joga Bello.

Se guardiamo e osserviamo l'esultanza dei giocatori brasiliani quando segnano gol ai Mondiali del 2022, molti di loro lo fanno insieme ai loro partner mentre ballano e ondeggiano insieme, anche il loro allenatore fa la stessa cosa. Balla e divertiti, questo è il Brasile.

Continua a leggere...

storia Joga Bello

Gregg Bocketti, nel suo libro intitolato "L'invenzione del bel gioco”, lo ha detto Joga Bello è una creazione non un'invenzione. Questa creazione si basa sulle idee e sui dibattiti dei brasiliani molto tempo fa, quando gli europei portarono il calcio nelle loro terre.

Joga Bello è una parola portoghese che significa il bellissimo gioco o un bel gioco. Questa frase è stata resa popolare dalla leggenda vivente del Brasile, Pelé. Lui con tutta la sua influenza e fama, è riuscito a fare un termine Joga Bello nella cultura pop del calcio brasiliano.

Alcuni dicono che Pele nell'uso delle frasi Joga Bello tratto dalla terminologia del suo amico Waldyr “Didi” Pereira. C'è anche chi afferma che l'uso della parola abbia avuto origine con un commentatore britannico di nome Stuart Hall negli anni '1950.

Affascinante bonito joga brasiliano
Fonte: US Diario

L'influenza di Gingga che ha dato origine a Joga Bello nel calcio. La stessa Gingga è una miscela di arti afro-brasiliane come la samba e la capoeira. Questo mix mette in mostra abilità e valori artistici come acrobazie e felicità celebrati attraverso la musica.

Successivamente, il calcio è penetrato nella società brasiliana. Il calcio è ampiamente giocato in ogni angolo di città e villaggi, in campi aperti, campi chiusi a vicoli stretti e persino per le strade bassifondi Brasile.

successo Joga Bello

Joga Bello poi nel tempo è diventata una filosofia giocare con il Brasile. I giocatori pensano che il campo sia un'area di gioco, sono liberi di giocare tutto ciò che è importante per essere felici.

L'ex capitano del Brasile, Sócrates ha dichiarato: “La bellezza del gioco viene prima di tutto. La vittoria è secondaria. La cosa più importante è la felicità". Queste parole sembrano descrivere la filosofia Joga Belloè ciò che sta alla base del calcio brasiliano.

Dagli anni '1920 e '1930, il calcio brasiliano è stato un avversario difficile per i paesi europei dell'epoca. In ambito internazionale, il Brasile ha partecipato all'evento sin dall'inizio Coppa del Mondo prima nel 1930 in Uruguay.

Tuttavia, hanno avuto solo scarso successo a Coppa del Mondo nel 1938 vinse il terzo posto, l'edizione successiva nel 1950 divenne seconda. Possono solo diventare campione in Coppa del Mondo 1958 in Svezia. In finale hanno battuto i padroni di casa 5-2.

Da quell'anno, hanno sempre dominato Coppa del Mondo. Successivamente sono diventati i migliori collezionisti del mondo con 5 titoli. Hanno ottenuto il loro secondo titolo dopo l'edizione successiva quando hanno vinto il primo posto, precisamente nel 1962 in Cile. Poi 1970 in Messico, 1994 in Amerika e infine nel 2002 in Corea Giappone.

Affascinante bonito joga brasiliano
Bebeto, Mazinho e Romario festeggiano dopo aver segnato gol contro l'America nel 1994 | Fonte: Il guardiano

I loro fuoriclasse appaiono sempre in ogni generazione. Negli anni '1950 e '60 c'erano Pelé, Garrincha, Rivellino e Jairzinho. Poi ci sono le generazioni di Zico, Sócrates e Falcao. La prossima generazione è Bebeto e Romario. Ancora più giovani, ci sono Ronaldo, Rivaldo, Roberto Carlos, Ronaldinho fino a Kakà. Attualmente, il testimone delle generazioni è passato da Neymar, Vinicius, Paquetà a Richarlison.

Evolus Joga Bello

Joga Bello è una filosofia del calcio, si potrebbe anche definirla un 'il modo di vivere'. Il calcio è esilarante e divertente da giocare e guardare. L'enfasi è su uno stile di gioco offensivo e non ci sono limiti alla creatività e all'innovazione durante il gioco.

Questo è lo stile di gioco della filosofia Joga Bello. Tuttavia, ora con il crescente potere del calcio europeo e l'evoluzione tattica che continua a verificarsi Joga Bello quella bellezza sta gradualmente svanendo. Proprio in finale Coppa del Mondo 1982 quando il Brasile con il suo Joga Bonito fu sconfitto dall'Italia con il suo Catenaccio 3-2.

Ciò ha quindi spinto i giocatori brasiliani a competere per studiare in quella parte d'Europa. Perché, piaccia o no, il Brasile ha dovuto partecipare a una rivoluzione tattica non solo facendo affidamento su di essa abilità l'individuo e il calcio colpiscono Joga Bello.

Affascinante bonito joga brasiliano
Fonte: bleachreport

Il pragmatismo brasiliano era molto visibile quando Carlos Dunga. A quel tempo ha gestito il Brasile per la Copa America del 2007. Lo stile di gioco in quel momento era davvero "eliminato" Joga Bello. Giocatore con abilità non dà la priorità agli individui al di sopra della media. Predilige giocatori fisicamente forti e in grado di giocare in gruppo.

Questo stile di gioco potrebbe essere definito anti-Joga Bello. Perché Dunga utilizza uno stile di gioco simile catenacciola sua Italia. Molto visibile quando ha battuto l'Argentina in finale in quel momento.

Sebbene alla fine sia stato in grado di guidare il Brasile alla vittoria della Copa America 2007, Dunga è stato pesantemente criticato dal pubblico brasiliano a causa del suo stile di gioco. Lo presumono Joga Bello è la tradizione genetica e la cultura del Brasile. Pertanto, non può essere perso.

Nelle mani dell'attuale allenatore del Brasile, Tite sta cercando di rivoluzionare il calcio brasiliano combinando il calcio pragmatico con un po' di filosofia Joga Bello. Tite ha dichiarato: "Naturalmente, dobbiamo rispettare la cultura, rispettare chi siamo. Questa è felicità, questa è gioia. Questo è il nostro momento per concentrarci ed essere seri. Ci sono momenti in cui possiamo divertirci. Ognuno ha la sua strada. E il nostro modo è ballare”.

***

Ora vediamo come Tite prepara i suoi giocatori Coppa del Mondo 2022. Possono aggiungere una stella maglia canarino essi. Perché, alla fine, hanno alzato il trofeo Coppa del Mondo nel 2002, esattamente 20 anni fa.

Addio!

 

Related posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *