Ricordando il trionfo dello Stadio Delle Alpi

Stadio Delle Alpi

Ayosport.com – Italia selezionata come host Coppa del Mondo 1990 per la seconda volta dal 1934 quando Giampiero Combi sollevò in casa la Coppa Jules Rimet. Diverse città sono state designate come sedi, una delle quali è la città di Torino, capoluogo della regione Piomente, città situata nella parte più stretta della Pianura Padana, a meno di 100 chilometri dal confine francese.

Il governo locale iniziò a costruire un nuovo stadio e ignorò l'esistente Stadio Comunale. Giudicarono troppo antico lo Stadio Comunale. Le Alpi come paesaggio principale della città di Torino è nata l'idea per nominare il loro nuovo stadio: Â Alpi in italiano significa Alpi; Delle Alpi significa Alpi.

Continua a leggere...

Il 31 maggio 1990 Delle Alpi apre ufficialmente. La delegazione portoghese, l'FC Porto, è stata invitata in gara per una rosa composta da un misto di giocatori di Torino e Juventus, le due squadre torinesi che poi sono diventate le padrone di casa del Delle Alpi.

Ai Mondiali, questo stadio è stato testimone del singolo gol di Canigia che ha eliminato il Brasile nell'ottavo di finale. O quando 62,628 paia di occhi al Delle Alpi hanno assistito alle lacrime di Paul Gascoigne poco prima che l'Inghilterra perdesse ai rigori contro la Germania Ovest in semifinale, oltre a far parte della storia che la squadra dei Tre Leoni fosse davvero incompetente in materia di calci di rigore . L'Inghilterra deve essere eliminata e lasciare che Lotthar Mathâus e colleghi entrino in finale contro l'Argentina guidata da Maradona.

Tuttavia, il record dello stadio è stato registrato quando circa 65.000 tifosi da una capienza totale di 69mila posti hanno assistito al Torino per pareggiare 2-2 contro l'Ajax Amsterdam nella finale di Coppa UEFA. A quel tempo, l'Ajax era gestito da Louis van Gaal.

Ironia della sorte, con una capienza così grande, molti tifosi chiamano Delle Alpi uno stadio senza vita. Non c'era trambusto lì. L'emozione è stata traboccante perché i tifosi che sono venuti non erano proporzionati alle dimensioni dello stadio. La pista della maratona a bordo campo è il motivo per cui i tifosi preferiscono guardare in casa piuttosto che dover guardare a distanza sugli spalti.

Ma il fatto che Delle Alpi un tempo fosse la dimora di giocatori del calibro di Alessandro Del Piero, Roberto Baggio e Zinedine Zidane, è diventata la storia d'amore presentata ogni settimana dal palcoscenico Delle Alpi. Soprattutto per la Juve. Sì, nel periodo dal 1990 al 2006 il Torino ha giocato di più nelle caste inferiori, nello stesso periodo Delle Alpi sembrava essere l'identità della Juventus.

Fergie Effetto Tempo Il pubblico di Delle Alpi non lo dimenticherà mai così come ricorderà quando migliaia di tifosi sono scesi in campo e hanno spogliato i pantaloni di Inzaghi in occasione del 25esimo scudetto, o la lingua di Alessandro Del Piero ha tirato fuori gli avversari. Un totale di sette scudetto (di cui due scudetto cancellato) e un trofeo di Champions che sono riusciti a portare a casa giocando al Delle Alpi.

Potrebbero esserci molte cose da considerare, ma il romanticismo è un motivo convincente. Infine, nel 2003, la Juventus ha acquistato questo stadio interamente dal governo di Torino per un compenso di circa 25 milioni di euro.

Ma la storia ironica è arrivata, proprio quando è stata lanciata l'idea di costruire un nuovo stadio, lo scandalo Calciopoli ha cominciato piano piano a trascinare a poppa la Juventus. Questo caso costringe la Juve a rinunciare a due scudetto galleggiano. Non solo, Luciano Moggi è stato anche bandito dal calcio, i fuoriclasse sono scomparsi lentamente, le detrazioni di punti e la retrocessione in Serie B per la prima volta nella storia, sono state le conseguenze dello scandalo Calciopoli.

Il periodo di rimpasto di Delle Alpi è direttamente proporzionale alle lotte della Juventus per riconquistare l'antico splendore. È come se non si sentissero a casa nella loro casa temporanea. A parte i campioni di serie B, non ci sono praticamente trofei che ottengono durante la loro vita sotto gli auspici dello Stadio Olimpico.

L'8 settembre 2011 la Juventus ha finalmente aperto ufficialmente un nuovo stadio. Uno stadio costruito sulle rovine del Delle Alpi. Segnato dall'esordio contro il Notts County, il club ha avuto un attaccamento e ha ispirato la maglia bianconera della Juve.

Lo stadio, chiamato Juventus Stadium, è progettato per assomigliare agli stadi inglesi. Non più pista da corsa intorno al campo. La distanza di 7,5 metri è la distanza tra le tribune più vicine al lato del campo che rende lo spazio con il pubblico così vicino.

Anche se i posti a sedere sono scesi a 15.000 rispetto alla capienza iniziale del Delle Alpi, le tribune dello Juventus Stadium sembrano piene in ogni partita. J-Stadium è diventato anche un pioniere degli stadi moderni in Italia.

Inoltre, la Juventus sembrava trovare lo slancio per rinascere. Hanno trovato un motivo per far ripartire quella gloria che sembrava essere stata sepolta insieme al crollo del Delle Alpi e alla reputazione che era stata sepolta a causa dello scandalo Calciopoli. Abbastanza sicuro, da quando si sono trasferiti al J Stadium, sono riusciti a vincere il titolo scudetto quattro volte di seguito, una Coppa Italia e due Supercoppe italiane.

J-Stadium porta con sé la vita e la dignità di Delle Alpi. Da lì, ogni stagione la Vecchia Signora inizia il suo viaggio per ricostruire la sua antica gloria.

Related posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *